Abbazia di San Galgano - La spada nella roccia

L'Abbazia di San Galgano è un'abbazia cistercense, situata a una trentina di chilometri da Siena, nel comune di Chiusdino. Questo luogo incantato, uno dei più suggestivi negli itinerari della spiritualità toscana, è divenuto celebre nel tempo per una famosa leggenda.

A duecento metri dall'abbazia, si trova la cappella di Montesiepi, detta anche «rotonda» per via della forma circolare della struttura centrale. Confitta in una roccia a un paio di metri dall’altare c’è una vecchia spada di ferro, qui posta da San Galgano.

Galgano Guidotti (anche se sul cognome c’è qualche dubbio) è un personaggio realmente esistito, nato nel 1148 a Chiusdino e morto nel 1181, come attestano documenti ancora esistenti. Egli decise di conficcare la sua spada nella roccia, dopo una vita di dissolutezze, come potente gesto di conversione. Secondo gli atti del processo di beatificazione, che riportano la testimonianza della madre del santo, Dionigia, quando Galgano si recò a Roma in visita da papa Alessandro III, degli invidiosi andarono nell’eremo di Montesiepi e cercarono in tutti i modi di estrarre la spada dalla roccia. Non riuscendovi la spezzarono. Poi, al ritorno del santo, per miracolo, la spada si rinsaldò.

Piaciuta questa curiosità? Se vuoi leggerne altre, scarica la nostra app gratuita: scarica Secret Maps!