Il Duomo di Cremona è una splendida chiesa dedicata a santa Maria Assunta, principale luogo di culto cattolico della città. Si tratta di un vasto tempio romanico continuamente riadattato con elementi gotici, rinascimentali e barocchi, che risale al XII secolo.

L’edificio custodisce al suo interno numerosi pezzi artistici interessanti, come la Grande Croce da altare in argento e rifinita in oro, oppure il ciclo delle “Storie della Vergine” di Boccaccino, Bembo e Melone, che si alternarono a dipingere ognuno alcuni episodi della vita di Maria.

Il Duomo inoltre custodisce anche qualche curiosità, che se un visitatore non sa bene dove cercare, probabilmente passerebbero inosservate. La più interessante si trova nel transetto sinistro della Cattedrale, proprio accanto alla cappella della Madonna del popolo. Qui è possibile ammirare l’affresco originario di San Michele sotto l’altare omonimo. Non sempre è visibile, spesso è coperto da un’altra tela collocata in anni successivi. Ma se la fortuna è dalla vostra parte potrete vedere una rappresentazione alquanto curiosa di San Michele che tiene una bilancia in mano. L’arcangelo è rappresentato mentre è in procinto di pesare le anime dei defunti, per decidere se mandarli all’inferno oppure no. Questa particolare rappresentazione della psicostasi (pesatura delle anime) è caratteristica dell’antico Egitto, dove tale rito è spesso raffigurato nelle piramidi dei faraoni: Osiride, al posto di San Michele, pesa il cuore dei defunti per vedere se risulta più o meno pesante di uno piuma.

Piaciuta questa curiosità? Se vuoi scoprirne altre, cercale su Secret Maps!