Il Museo Egizio di Torino è il più antico museo, a livello mondiale, interamente dedicato alla civiltà nilotica ed è considerato, per valore e quantità dei reperti, il più importante al mondo dopo quello del Cairo.

Il museo è dedicato esclusivamente all’arte egizia. Al suo interno si possono trovare mummie, papiri e tutto ciò che riguarda l’antico Egitto (compresi animali imbalsamati) per un totale di più di 37.000 pezzi che coprono il periodo dal paleolitico all’epoca copta.

Tante sono le curiosità che si trovano nelle sue sale. Oltre ad un vero “Libro dei Morti”, al quale è dedicata un’intera parete, ed alla Mensa Isiaca (un’antica tavola in bronzo dei Savoia), c’è spazio anche per qualche oggetto speciale con una storia romantica. Un esempio? La tomba di Kha e di Merit.

La tomba di Kha e di sua moglie Merit è uno dei tanti tesori conservati presso il Museo Egizio. Rinvenuta nell’odierna Luxor, nel 1906, racconta ancora oggi una bellissima storia d’amore. Kha era infatti l’architetto che dirigeva i lavori di manutenzione delle tombe della Valle dei Re. Alla morte prematura della sposa, si ritiene che questi, in preda ad un’infinita disperazione, abbia adattato per lei il proprio sarcofago, l’unico che era già stato terminato, avendo cura che il corpo della consorte fosse comodo in una bara fuori misura e che la sua maschera funebre fosse guarnita dalle pietre più belle. Quando anche questi venne a mancare, fu sepolto insieme all’amata sposa, per essere unito con lei nell’eternità.

Piaciuta questa storia? Vuoi scoprire altre curiosità? Cercale su Secret Maps!