La Bocca della Verità è un’enorme maschera di marmo, famosa in tutto il mondo, la cui leggenda narra che potrebbe mordere la mano di chiunque la inserisca nella sua bocca. La celebre scultura di grandi dimensioni ha un diametro di 1,75 metri. Ed è dedicata al Dio del Mare, raffigurato con un volto barbuto e con gli occhi, il naso e la bocca forati.

L’opera si trovava nella Piazza della Bocca della Verità fino al 1632. Quell’anno si decise di murarla in una delle pareti del pronao della vicina Chiesa di Santa Maria in Cosmedin, il luogo dove tutt’oggi si può ammirare.

Ora, tante sono le leggende che riguardano la Bocca della Verità che, malgrado il trascorrere degli anni e delle epoche, continua ad alimentare la curiosità di qualsiasi visitatore.

Una delle più celebri racconta di una donna infedele che fu condotta dal marito giustamente sospettoso alla Bocca della Verità per essere sottoposta alla prova. E che riuscì a salvare la sua mano con una astuzia. Infatti la donna incriminata chiese all’amante di presentarsi anche lui nel giorno in cui sarebbe stata sottoposta alla prova. Gli chiese anche di fingersi pazzo e di abbracciarlo davanti a tutti. L’amante eseguì perfettamente le sue istruzioni. Così la donna, al momento di infilare la sua mano nella Bocca, poté giurare tranquillamente di essere stata abbracciata in vita sua solo da suo marito e da quell’uomo che tutti avevano visto. Avendo detto la verità, la donna riuscì a ritirare indenne la sua mano dalla tremenda Bocca, benché fosse colpevole di adulterio.

Piaciuta questa curiosità? Se vuoi scoprire i segreti, le leggende e i misteri di Roma, scarica l’app delle curiosità. Scarica Secret Maps!